Home Notizie Comportamenti durante i webinar

Comportamenti durante i webinar

Mario Massone / Lunedì 20 Aprile 2020 09:43

Le attività svolte da remoto da casa ci costringono ad impiegare in modo sempre più professionale le piattaforme di comunicazione e collaborazione. Dalle esperienze dirette di queste ultime settimane risulta evidente che alcuni di noi non sono ancora sufficientemente preparati, non solo perchè conoscono parzialmente le funzionalità degli strumenti, ma anche perchè non mettono in atto alcune buone regole comportamentali.

A mio avviso occorre che ci miglioriamo tutti su tre aree:

  • rispetto dei tempi, soprattutto degli orari di avvio degli incontri. Qui c’è poco da dire essendo evidente quanto disturbi un ritardo specie nel caso degli incontri on-line;

  • se non si usano le cuffie, attenzione all’isolamento dei rumori di fondo, ricordandosi di porre sempre in mute il proprio microfono, salvo quando é programmato un intervento (e ricordansi di regolare il volume);

  • cura di quello che i tecnici chiamano “webcasting skills”. In sintesi, come porsi nei confronti della webcam, ovvero stando al centro dell’immagine, non in controluce e con uno sfondo (e ambiente) possibilmente adeguato.

Inoltre, poiché gran parte del successo di un incontro on-line è correlato alla qualità della comunicazione vocale e considerando le diverse condizioni in cui ciascun si trova a lavorare da casa, quando ci sono limiti di rete è bene sempre preferire la qualità dell’audio, quindi non occupare troppa banda con il video. Ci si può far vedere solo per la presentazione iniziale ed un altrettanto breve saluto finale; per il restante tempo la webcam può essere disattivata.

Questa considerazione tiene conto che, fonte Microsoft, la frequenza dell’utilizzo della videocamera durante le riunioni su Teams è raddoppiata rispetto a prima del lockdown e che il 53% degli italiani accende la videocamera durante i meeting.

E' interessante notare quanto l'attuale situazione é lontana dal filmato "Riunione di lavoro"del progetto "De Forma Mentis" postato 3 anni fa.

In conclusione, ancora una considerazione può essere fatta per i feedback dei webinar.
La professione di relazione con i clienti ci ha sempre portati a curare con attenzione la raccolta e la gestione degli effetti retroattivi di un messaggio. Non stupisce, quindi, che chi organizza i webinar chieda a tutti coloro che parecipano agli incontri on-line di lasciare le loro domande, ad esempio per approfondire aspetti non trattati adeguatamente, già attraverso la chat durante la riunione.

collabora2

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Aprile 2020 15:47

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna