Home Notizie Collaboration semplice e sicura

Collaboration semplice e sicura

Mercoledì 09 Maggio 2018 15:27

Oggi le esigenze di comunicazione spaziano al di fuori delle pareti aziendali: devono far comunicare competenze distribuite e team che non hanno più confini. Per questo sono necessarie nuove tecnologie che consentano ai team di collaborare in modo più efficace e sicuro.

Secondo Cisco, il compito della tecnologia è quello di adattarsi alle esigenze delle aziende e delle persone, diventare ‘trasparente’ ed essere non solo semplice e immediata, ma intuire le necessità degli utenti e adattarvisi autonomamente con processi automatizzati.

Da questa visione sono nate le innovazioni che Cisco ha presentato al Collaboration Summit di quest’anno: nuove integrazioni software e nuove soluzioni hardware, tutte studiate per rendere ancora più semplici i meeting aziendali e la collaborazione tra i gruppi di lavoro.webex1

Queste innovazioni tecnologiche, che fanno di Cisco leader del settore con un’offerta completa, sono state presentate nel corso di un incontro durante il quale:
Michele Dalmazzoni, Collaboration and Industry Digitization Leader di Cisco Italia, ha spiegato la strategia della società in ambito collaboration,
Enrico Miolo, Smart Working initiative leader di Cisco Italia, ha presentato le novità introdotte dalla Collaboration in Webex, sinonimo di meeting da quando è nata, ora sempre più centrale nella trasformazione digitale delle aziende,
Enrico Mercadante, responsabile per l’Innovazione, le Architetture e la Digital Transformation di Cisco Italia, ha presentato alcuni casi pratici e demo di innovazione attuata con tecnologie collaboration Cisco, chatbot e realtà aumentata in ambito produzione.

Webex e comunicazione videocentrica
Prima di tutto il nuovo Webex Meetings è “video first,” e ciò significa che non si può fare a meno di accendere la videocamera per fare un buon lavoro di squadra. Sono finiti i tempi in cui si stava davanti allo schermo solo per guardare una presentazione.
Inoltre si conferma il lancio di una nuova versione di Cisco Spark, che si chiamerà Webex Teams.
Con questa versione si integra la tecnologia nelle applicazioni – in questo modo si può beneficiare delle stesse funzionalità di incontro di Webex nei meeting in Teams, con un’esperienza condivisa indipendentemente da quale si scelga. Webex Teams mette a disposizione un set di strumenti ancora più ampio - inclusa la funzionalità di whiteboarding, messaggistica in tempo reale, accesso semplice per gli ospiti, condivisione dei contenuti e strumenti integrati - per supportare i team durante e dopo la riunione.
webex2

Il nuovo brand viene anche esteso a Webex Calling, ovvero i servizi di Pbx in cloud offerti da Broadsoft, di recente acquisita da Cisco.
Infine Webex comprende anche dispositivi come Cisco Spark Board che diventa Webex Board.

Le aziende possano scegliere lo strumento più indicato per le loro esigenze. Se si vuole usare Webex per le riunioni e Microsoft per la collaborazione in team, con il nuovo Webex si può fare. Si può lavorare anche con Google e Slack.
Inoltre in realtà sensibili ai social media è possibile fare stream direttamente su Facebook con i propri followers della sessione video in atto con Web Meeting.

La fase di acquisto viene semplificata con l’offerta Cisco Collaboration Flex Plan. Da oggi, le aziende possono pagare un canone di abbonamento per ogni utente attivo.
Con Webex Meetings possono partecipare fino a 1.000 persone e sono state aggiunte ulteriori funzionalità di storage, sicurezza e analisi avanzata dei dati.

webex3

Ultimo aggiornamento Lunedì 14 Maggio 2018 17:20

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna