Home Notizie AI e work-life balance

AI e work-life balance

Venerdì 01 Febbraio 2019 19:27

Uno studio di Fujitsu ha rilevato che un numero significativo di addetti ritiene che i datori di lavoro non riescano a creare una cultura del posto di lavoro che sfrutti tutto il loro potenziale e molti affermano che l'attuale approccio non sta dando un contributo positivo nell'attrarre e trattenere i migliori talenti. Si guarda all'AI come a una soluzione per migliorare tale situazione.

I risultati principali sono:
- Quasi la metà dei dipendenti ritiene che il proprio posto di lavoro stia frenando la propria organizzazione nella corsa al talento.
- Il talento di oggi è già frustrato e la produttività si è in genere arrestata.
- I professionisti vedono nel miglioramento dell’equilibrio tra vita lavorativa e vita personale la chiave per la produttività ... ma i loro manager non stanno offrendo tale miglioramento.
- I dipendenti più giovani e più esperti vogliono cose diverse ... ma non sono quello che i responsabili si aspettano.
- Non serve temere i robot ... la maggior parte dei professionisti considera l'intelligenza artificiale come una forza positiva nel migliorare la produttività del posto di lavoro.

studio19

Per molte organizzazioni, l'accesso ai talenti è diventato il principale ostacolo alla crescita e allo sviluppo delle loro attività.

Il posto di lavoro svolge un ruolo fondamentale nell'attirare e mantenere il personale migliore, ed è allarmante che lo studio abbia rilevato che così tanti lavoratori ritengono che il loro attuale ambiente di lavoro, la cultura e le infrastrutture siano tutt'altro che ideali.


Le aziende di successo devono sviluppare una nuova mentalità per poter reclutare i dipendenti migliori, e ci sono molte questioni che devono essere affrontate - da un rapporto tra lavoro e vita personale non soddisfacente - all'assenza di supporto per i lavoratori remoti disillusi e con interruzioni frequenti dovute a problemi di IT. Oggi tutti questi aspetti sono fonte di frustrazione e stanno costando alle organizzazioni milioni di euro in perdita di produttività.

Il ritmo del cambiamento è spaventoso, e persino un'esperienza lavorativa che è ritenuta adeguata oggi diventerà molto presto inaccettabile, poiché i modelli di lavoro flessibili, il potenziale dell'IA e l'aumento della diversità generazionale stanno diventando la norma.

Nella lotta per conquistare e mantenere i talenti, si riscontra che i addetti professionali vogliono sempre più lavorare secondo le proprie condizioni.

Le organizzazioni devono rispondere rapidamente creando un approccio sul posto di lavoro che abbia la capacità di supportare i requisiti specifici di ciascun individuo, che possono cambiare a seconda del contesto in cui si trovano, al fine di sfruttarne appieno il potenziale.
Questa sarà un'impresa difficile, non solo per i dirigenti IT, ma anche per gli altri leader aziendali in tutta l'organizzazione nella gestione del capitale umano, nelle strutture e nella pianificazione strategica, che devono unirsi per costruire un piano d'azione a sostegno di questi cambiamenti futuri.
La parte più difficile di questo cambiamento sarà culturale, piuttosto che tecnologica.
studio19 1

La tecnologia ha consentito ai dipendenti di lavorare da postazioni remote, ma l'organizzazione non è stata coinvolta nello sviluppo di politiche che garantiscano la gestione del carico di lavoro in modo tale da fornire l'equilibrio desiderato.
Le aziende stanno rendendo disponibili più dispositivi e app alla loro forza lavoro, ma non stanno mettendo in atto le strutture per consentire loro di effettuare autonomamente le selezioni.

È imperativo che le aziende forniscano ai propri dipendenti attuali e potenziali posto di lavoro, cultura ed esperienza orientata ai loro modi di lavorare preferiti e al modo in cui si impegnano con la tecnologia nelle loro vite personali.

I vincitori nella corsa per il talento saranno quelli che non si limitano a partecipare a ciò che è lavorare oggi, ma iniziano a gettare le basi per sostenere ciò che sta per arrivare all'orizzonte.

bullet arancio Tratto da Workplace 2025:
Is Your Workplace an Asset in the Race for Talent?

Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Febbraio 2019 16:40

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna