Home Notizie Wind si presenta

Wind si presenta

Giovedì 22 Marzo 2012 08:52

 

Esclusiva: incontro del Forum UCC con Adriano Ottaviani, Direttore Marketing Enterprise di Wind.

Forum UCC. 
Come è cambiata di recente la vostra offerta destinata al settore UCC ? E quali obiettivi si intendono raggiungere sul mercato italiano? 

Adriano Ottaviani. Le criticità connesse alla comunicazione aziendale traggono la loro origine anche dalla numerosità dei dispositivi utilizzabili e le nostre soluzioni supportano le aziende per superare queste barriere: la “social communication” va semplificata.
Il superamento di queste barriere e le conseguenti modifiche dell’offerta Wind nel settore UCC sono dovute a due principali effetti:ottaviani

1.      Fenomeno del bringyourowndevice: i dipendenti tendono a portare ed utilizzare in azienda i propri terminali e di utilizzarli per lavoro anche a casa. La “consumerizzazione” dei dispositivi e l’aumento della userexperience, relativa all’utilizzo degli stessi e delle funzionalità disponibili su questi, ha indicato la strada sulla quale sviluppare servizi ed offerte UCC.

2.      Standardizzazione: il fenomeno delle APP e la loro adozione da parte dei sistemi operativi dei terminali ha portato i costruttori a standardizzare il più possibile le modalità ed i protocolli con cui realizzavano i servizi UCC. Oggi il mercato presenta scenari di servizi UCC anche multi-vendor.

Gli obiettivi sul mercato sono mirati ad armonizzare gli aspetti sopra descritti con i fenomeni economico-sociali del momento. Le aziende oggi concentrano la loro attenzione su incremento della produttività e razionalizzazione della spesa e la proposta Wind di UCC risponde a questi bisogni semplificando l’utilizzo delle tecnologie, innovando processi e customizzando soluzioni per rendere efficaci gli strumenti di business.

Grazie alla nostra realtà di operatore realmente convergente, le nostre proposte di UCC sono multi accesso (3/4G, Wi-Fi e wireline) e multi device (indipendenti dai dispositivi che si intendono utilizzare smartphone, tablet ,i-pad, IPphone, ecc.).

Forum UCC. Quali sono i segnali che vengono dal mercato, dalle aziende vostre clienti, che evidenziano l’interesse nei confronti delle soluzioni UCC? 

Adriano Ottaviani. Le richieste di soluzioni e servizi UCC hanno i seguenti fattori comuni:

  • Soluzioni Gestite: i Clienti hanno capito i plus che servizi UCC possono apportare al loro business. Per ottimizzare tali aspetti chiedono agli operatori una gestione completa (chiavi in mano) di tali servizi;
  • Soluzioni Integrate: le soluzioni UCC deveno essere integrate nella userexperience e nei modelli di business (possibilmente non stravolgendo i processi in essere, ma migliorandoli); devono essere integrate nelle infrastrutture esistenti definendone un percorso di miglioramento;
  • Soluzioni Fruibili: la fruizione dei servizi UCC deve essere garantita indipendentemente da dove il Cliente o l’utilizzatore si trovi: in tal senso deve essere disponibile sotto copertura mobile, in wifi, in ufficio, in treno….

Inoltre il servizio deve essere deviceless: essendo pertanto a disposizione su diversi terminali e piattaforme e tecnologie.

Forum UCC. Quali suggerimenti propone alle attività del Forum UCC per sensibilizzare il mercato e agevolarne la crescita? 

Adriano Ottaviani. I servizi UCC sono apprezzati da coloro che hanno potuto verificare gli effettivi vantaggi che ne derivano.
Poiché i vantaggi possono essere di diversa natura è importanlogo_wind1te che la conoscenza dei servizi UCC arrivi anche a Decision Maker diversi da quelli tradizionali: in questo modo si avrebbe un effetto di “sdoganamento” dei servizi/benefici UCC anche oltre i confini degli IT Manager.

Uno strumento che potrebbe essere utilizzato sono i seminari/conferenze che affrontino tematiche relative ad:
- effetti sull’Organizzazione Aziendale,
- modifica dei Processi Aziendali (un esempio l’interazione con il Cliente in un Customer Management Evoluto)
- effetti sui modelli di interazione tra Forze di Vendita e Clienti/Prospect.

Marzo 2012

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Marzo 2012 11:12

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna