Home Notizie UCC e spese viaggi

UCC e spese viaggi

Giovedì 26 Aprile 2012 14:27

Sul tema UCC, oggi ci sono opportunità reali. Il report dell'"Osservatorio Business Travel 2012" evidenzia come le PMI stiano spendendo i propri soldi in trasferte, e ciò permette di portare alcune considerazioni economiche.

Non credo che ci siano oggi in Italia/Europa settori che vanno bene e/o settori che vanno male, la recessione tremenda è stata dura e oggi anche se sembra il peggio sia passato ci sono ancora rischi e quello che sarà dipenderà da ciascuno di noi.

Il PIL mondiale in decremento vede zone in forte crescita (America latina, India, Cina, Russia) e zone in lenta crescita o decrescita (Europa bassa crescita).
Per le imprese questo vuol dire investire e cercare mercati più profittevoli, il report infatti evidenzia che in Italia le trasferte sono diminuiti percentualmente, ma in Europa e nel resto del mondo (soprattutto India, Cina e America Latina) le  trasferte stanno aumentando, il business complessivo è di circa 18B Euro,  e i costi sulle trasferte intercontinentali cuba circa il 10% (quasi 2BEur/anno).
Vedere nella tavola sotto riportata la dinamica annuale della spesa per viaggi di affari

dinamicaspesa

Ultima nota dolente, i biglietti aerei stanno aumentando (circa il 16%) a causa del caro carburante.

La UCC non intende eliminare i viaggi, quindi non deve essere vista come una minaccia dagli albergatori o dalle compagnie aeree, ma consentire alle imprese di sviluppare business in modo sostenibile con partner e clienti distribuiti nel mondo.

Da qui le grandi opportunità per le imprese di dotarsi di strumenti di collaborazione innovativi che da un lato aumentano la produttività, e al tempo stesso supportano i processi di internazionalizzazione in modo sostenibile (video conferenza, tele-presenza, document/content sharing), deve in sostanza diventare sostenibile e disponibile poter collaborare con libertà, qualità e sicurezza con persone dislocate nel mondo.

Questo nuovo concetto del "workspace" sostiene la nascita di nuovi paradigmi.
Infatti le grandi opportunità per l'offerta e le imprese, ma al tempo stesso per gli albergatori, che potranno offrire alle imprese la stessa user experience che hanno presso il posto di lavoro, creando ambienti ad hoc collaborativi e professionali per imprese che vogliono e/o necessitano di internazionalizzarsi.

leggere l'Osservatorio (pdf)

Alessandro Greco

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Aprile 2012 14:43

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna