Home Notizie WebRTC, qualche considerazione

WebRTC, qualche considerazione

Giovedì 05 Dicembre 2013 19:12

Il protocollo non sostituisce le tecnologie esistenti, ma si propone di colmare alcune lacune, ad esempio quando si intende migliorare le relazioni con i clienti su web.

WebRTC - Real-Time Communications (RTC) - è una tecnologia open source nata il 1º giugno 2011 che consente ai browser di effettuare in tempo reale la videochat. È basata su HTML5 e JavaScript. La sua inclusione nel World Wide Web Consortium (W3C) standard è supportato da Google, Mozilla e Opera (tratto da Wikipedia).

Nel settore UCC si parla sempre più di WebRTC - come standard emergente che sollecita la capacità di condurre le comunicazioni in tempo reale, voce e video peer-to-peer attraverso un browser, senza che sia necessario un plug-in. webrtc
Ma, mentre le prime applicazioni WebRTC secondo il parere dei fornitori e degli sviluppatori su API sono promettenti, WebRTC è ancora un concetto abbastanza nebuloso per le aziende.

Le applicazioni WebRTC appaiono molto utili per i processi relativi al mercato B2C. Il protocollo consente alle aziende di migliorare i loro siti web con funzionalità click-to-call per i loro clienti, e le imprese non debbono investire in infrastrutture telecom o servizi 800, dato che le chiamate passano attraverso rete internet.
I consumatori possono fare clic su un link senza scaricare alcun plugin e possono parlare immediatamente con una persona reale, così come molte aziende propongono funzionalità di comunicazione chat sui loro siti web.

A favore del nuovo protocollo, si afferma che gli utilizzatori non devono scaricare client o utilizzare plug-in per una videochiamata.
Ma WebRTC, open-source, è un protocollo attualmente abilitato per i browser Google Chrome e Mozilla Firefox, mentre Internet Explorer di Microsoft e Safari di Apple sono in ritardo.
Quindi, finché WebRTC non è supportato da tutti i browser, si avrà ancora bisogno di plug-in.

Le applicazioni WebRTC e gli ostacoli alla sicurezza nelle videochiamate.
Ci sono funzionalità di crittografia all'avvio di una sessione audio e video WebRTC, ma i client che supportano la videoconferenza dovranno negoziare se entrambi supportano la crittografia.
Comunque vi è la convinzione che il protocollo WebRTC renderà le comunicazioni basate su web più sicure per i clienti enterprise. I percorsi di comunicazione sono crittografati, quindi utilizzando WebRTC probabilmente si ha più sicurezza.

Sostituzione delle infrastruttura di video conferenza VoIP.
Lo sviluppo di applicazioni WebRTC è in aumento, ma non tutte le imprese pensano di sostituire i propri sistemi legacy (es. Microsoft Lync e Cisco Jabber) con WebRTC per le riunioni video e audio. Esiste una consistente inerzia al cambiamento e, solo se il protocollo mantiene la promessa di richiedere poca manutenzione e basso supporto, si potrà iniziare a vedere una sua maggiore adozione.

Ma se anche le applicazioni WebRTC non sostituiranno le tecnologie esistenti, esse potranno colmare alcune lacune. Ad esempio, i call center sono interessati a semplificare il coinvolgimento del cliente grazie a WebRTC e ad impiegare il protocollo nel flusso di comunicazione esistente.
Infine, grazie alle funzionalità di crittografia associate al protocollo, anche le organizzazioni finanziarie e sanitarie stanno mostrando interesse ad utilizzare WebRTC per incontri via web con i clienti e pazienti.

bullet-arancio Leggere anche: "Più collaborazione video"

Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Dicembre 2013 11:14

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna