Home Notizie La Sfida Social (parte 2)

La Sfida Social (parte 2)

Mercoledì 11 Dicembre 2013 18:13

Di recente il Forum UCC+Social ha proposto una mini indagine sulle fasi di sviluppo delle soluzioni e servizi di Unified Communication & Social Collaboration, ovvero su come le aziende stanno interpretando tali fasi e le stanno adottando. Proponiamo i primi risultati dell'indagine.

Intanto ricordiamo le definizioni da noi proposte

a) Condivisione.
Fase dell'azienda in cui voce, video e trasmissione dati sono integrati in applicazioni convergenti. Questa fase viene generalmente guidata dalla necessità di aumentare la produttività. Nella fase di convergenza con le applicazioni, vengono introdotte funzioni aggiuntive per gli utenti, tra cui audioconferenza e informazioni su chi chiama. L'uso di informazioni sulla presenza permette di visualizzare se i contatti sono o no al telefono e di abilitare applicazioni, come la messaggistica istantanea. I processi di comunicazione interni sono limitati al file sharing e versioninglente ucc

b) Collaborazione.
Fase dell'azienda in cui sotto il profilo tecnologico il progetto e l'implementazione dell'architettonica per assicurare la convergenza voce e video su reti dati si sono ormai pienamente dispiegati. Si affrontano le sfide legate alla diffusione dei dispositivi mobile e al passaggio al cloud computing (il ricorso a queste piattaforme offre agli utenti risorse per la memorizzazione, il processamento e la condivisione di vaste moli di dati su macchine virtuali poste in remoto accessibili mediante il web). Sotto l'aspetto gestionale, gli strumenti di management 2.0 hanno impatto sui comportamenti organizzativi e sul project e knowledge management, ad esempio, attraverso l'utilizzo di calendari condivisi.

c) Social Networking.
In questa fase l'azienda si dota di un sistema di lavoro "social", che fondamentalmente comporta non solo la diffusione di piattaforme di networking, ma più compiutamente la creazione di un social portal: un "entry point" che consente a tutti la doppia visione, ovvero l'accesso al profilo individuale e alle community corporale (e a quelle emergenti dal basso). Questo modello comporta un impatto sui processi organizzativi, con la creazione di brand community per la co-genenerazione di prodotti e servizi con i clienti, modalità di employer branding online o servizi di social media customer care.


 

bullet-arancio INDAGINE

Domanda 1)
Quanto la definizione di ogni fase la soddisfa?
(da 1 non d'accordo, a 5 completamente d'accordo)

  • a) Fase di Condivisione.
    Valore medio di soddisfazione = 4,0
  • b) Fase di Collaborazione.
    Valore medio di soddisfazione = 4,0
  • c) Fase di Social Networking.
    Valore medio di soddisfazione = 3,4

Come si vedrà nel seguito, il minor accordo riscontrato sulla definzione della fase di "Social Networking" é anche dovuto al fatto che non é, di fatto, ancora conosciuta e, anzi, alcuni dei partecipanti all'indagine rilevano importanti ostacoli sulla strada della sua implementazione.

Domanda 2)

In quale delle seguenti fasi di sviluppo pensa si trovi la sua azienda per l'adozione di soluzioni e servizi di Unified Communication & Social Collaboration?

La stragrande maggioranza è nella fase a), alcuni hanno implementato la fase b). 
Commenti:
- Ci troviamo nella fase di Collaborazione
- Dopo aver completato l'attività di adozione, sul punto a e b, stiamo verificando la fattibilità di implementare un progetto pilota per il social networking.

Domanda3)
Quale ritiene sia la fase più difficile da realizzare? E perchè?

Tutti hanno riposto "Social Networking"
Con i seguenti commenti:
- Perché ha un impatto sull'operatività aziendale molto elevato.
- Per le caratteristiche che ha il lavoro in Italia.
- Perchè spesso le fasi di "Collaboration e Social Networking" vengono viste come pericolose per fughe di notizie.
- Perchè ancor piu spesso sono considerati strumenti per evidenziare malcontenti.

- Per gli aspetti di gestione delle RU.

bullet-arancio Per chi non ha effettuato l'indagine si consiglia di farlo ora. Grazie

Ultimo aggiornamento Domenica 15 Dicembre 2013 18:02

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna