Home Notizie Come il mondo sfida le distanze

Come il mondo sfida le distanze

Mercoledì 02 Luglio 2014 13:56

Di recente Polycom ha invitato oltre 5000 professionisti aziendali di tutto il mondo a partecipare a un sondaggio online sulle sfide che affrontano impiegando i nuovi sistemi di videocomunicazione collaborativa. Nel seguito si riportano i principali risultati.

Dal sondaggio "Come il mondo sfida le distanze" emerge che gli intervistati credono che le videoconferenze siano ora una delle tecnologie più efficaci del mondo per facilitare la collaborazione umana o "faccia a faccia" in tempo reale. Le videoconferenze consentono alle persone, con diverse funzioni aziendali, in località e mercati verticali diversi, di sfidare le distanze.

L'uso delle soluzioni di collaborazione video per sfidare le distanze può dare risparmi notevoli sulle spese di viaggio, ma questo è solo l'inizio della loro proposta di valore: la collaborazione video oggi è semplicemente essenziale affinché le grandi organizzazioni distribuite continuino ad operare a un elevato livello di efficienza e a contribuire a un rapporto lavoro/vita privata più equilibrato.

I responsabili aziendali sperimentano incrementi della produttività ogni giorno, man mano che continuano a esplorare nuovi modi di sfruttare la collaborazione video. Più spesso le persone utilizzano la tecnologia video per collaborare, più ne apprezzano l'efficacia.

bullet-arancio Le sfide per la collaborazione

Nel seguito sono riportate le dieci più significative difficoltà segnalate dagli intervistati in merito ai sistemi di videocomunicazione collaborativa.

1. Scarsa qualità audio/video.
La più grande sfida per la riuscita della collaborazione video, secondo quasi il 39% degli intervistati, è la scarsa qualità audio/video.

2. Condivisione di contenuti.
Circa il 35% degli intervistati trova difficoltà a condividere contenuti con gli altri in una riunione remota e molti meno trovano il modo di utilizzarli in collaborazione.poly1

3. Piena partecipazione.
Oltre il 30% degli intervistati trova difficile partecipare appieno a una riunione da una sede remota.

4. Far vedere a tutti la lavagna.
Oltre il 30% delle persone trova difficile inserire la collaborazione in tempo reale in una riunione con colleghi distanti.

5. Essere un buon moderatore.
Quasi il 30% dei moderatori di una riunione fatica a convincere tutti a partecipare da più sedi.

6. Rumori di fondo.
Le videoconferenze del 27% delle persone sono disturbate da rumori di fondo che generano distrazione.

7. Tecnologia non affidabile.
Più del 25% degli intervistati parla di mancanza di affidabilità della tecnologia quale importante ostacolo per una comunicazione affidabile da più sedi.

8. Scarsa capacità di attenzione.
Quasi il 24% degli intervistati ritiene che i colleghi distratti ostacolino i loro tentativi di collaborazione remota.

9. Paura del cambiamento.
Quasi il 23% delle persone dice che il proprio desiderio di collaborare più liberamente è inibito da una cultura aziendale di resistenza al cambiamento o all'adozione di nuove tecnologie.

10. Qualcuno ha detto globalizzazione?
Il 16% degli intervistati ha difficoltà a programmare le riunioni tenendo conto di più fusi orari diversi.

bullet-arancio Cosa ne pensano i Responsabili

La sintesi dei risultati del sondaggio nel seguito riportati sono il feedback offerto dalle diverse funzioni aziendali sull'efficacia della collaborazione video, dai CEO ai responsabili vendite.

  • I CEO apprezzano il valore aziendale e i vantaggi competitivi della collaborazione video.

  • I professionisti IT sono fra i più informati sui vantaggi della collaborazione video.

  • I professionisti di risorse umane utilizzano sempre più la collaborazione video per ampliare il loro pool di talenti, ridurre i tempi di selezione e sviluppare e mantenere le persone di talento.

  • I responsabili delle strutture incrementano la produttività e favoriscono l'innovazione.

  • La collaborazione video continua a cambiare il modo di collaborare dei professionisti del marketing.

  • I funzionari finanziari che fanno uso del video raggiungono gli obiettivi finanziari e traggono vantaggio dall'ambiente collaborativo.

  • La collaborazione video consente agli ingegneri di snellire i processi produttivi e abbreviare i tempi di commercializzazione.

  • Per le direzioni commerciali la collaborazione video sta migliorando i rapporti con i clienti e sta accelerando i cicli di vendita.

freccia3 Leggere il rapporto "Come il mondo sfida le distanze"

business

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Luglio 2014 14:35

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna