Home Notizie EDB case study

EDB case study

Giovedì 01 Dicembre 2011 11:10

Con sede a Oslo, in Norvegia, fornisce servizi IT - in outsourcing e con sviluppo di applicazioni. Dispone di 34 uffici in Europa, Asia e Stati Uniti. EDB ha acquisito varie aziende negli ultimi anni e ha, quindi, una infrastruttura di comunicazione molto diversificata.

Dall'analisi del caso presentato da Microsoft si possono trarre queste brevi considerazioni.

Il primo driver relativo all'adozione della UCC é stato la riduzione dei costi, riduzione generata dall’abbattimento del numero di telefonate da cellulare verso colleghi in sedi estere, e dalla ottimizzare dei costi delle conferenze audio grazie al VoIP.

Inoltre l'adozione di una soluzione di UCC ha portato benefici alla produttività e alla collaborazione interna, consentendo di vedere lo stato di presenza e disponibilità dei colleghi in differenti luoghi, potendo in modo semplice passare da una chat a una sessione audio/video nel web, potendo al tempo stesso condividere documenti e contenuti.

La scelta di Microsoft é dovuta alla disponibilità di un unico client sul desktop integrato con l'ambiente office e di messaggistica la cui esperienza e semplicità sono difficili da superare da altri vendor, considerata l'esperienza e il market share di Microsoft in tali temi. Notevole anche il livello di integrazione di Microsoft con l'eco sistema dei partner tecnologici, in particolar modo con Polycom.

Una considerazione. A differenza di vendor come Cisco, Microsoft ha investito nella user experience e nell’integrazione con le applicazioni, ma probabilmente ha ancora margini di miglioramento relativamente alla integrazione con le infrastrutture di rete e al consolidamento dei server necessari per realizzare soluzioni di UCC complete e ricche di funzionalità.

Ultimo aggiornamento Lunedì 05 Dicembre 2011 11:21

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna