Home Notizie Suggerimenti per il Budget "Sociale"

Suggerimenti per il Budget "Sociale"

Lunedì 24 Settembre 2012 16:39

Considerazioni sul tipo e sul valore del supporto che deve essere previsto nella fase di analisi e di introduzione dei Sistemi di Collaborazione Sociale per la vostra azienda.

Come di consuetudine il finire dell'estate coincide con l'inizio della stesura del Budget per il prossimo anno.
Se già non lo avete fatto inserite per il 2013 una voce di spesa per Sistemi di Collaborazione Sociale. Non e' necessario un cambiamento epocale, ma sicuramente attivare un ambiente di sperimentazione può realmente comprovarvi i benefici attesi e che tanti studi riportano.

Moltissime aziende hanno innovato partendo da una specifica funzione di Business.
Le principali aree di utilizzo dei Software collaborativi aziendali possono essere:

  • Esterne – necessità di stabilire una relazione con la propria clientela e creare una sorta di comunità privata. Superate la prima esperienza di approccio al Marketing Sociale o Social CRM attraverso i  Social Network / Media PUBBLICI (Facebook Twitter etc) e passate a gestire una relazione più intensa con i Vostri clienti secondo il motto Own Your Community.
  • Interne – richiesta dei collaboratori di utilizzare strumenti sempre più similari alle applicazioni che utilizzano nella vita quotidiana (ancora FB TW etc) ed  accesso istantaneo / condivisione delle informazioni (conoscenza condivisa) all'interno dell'azienda. I reparti ad elevata alta incidenza di capitale intellettuale (knowledge workers) saranno quelli privilegiati.dollaro

Evitate dunque una inutile rincorsa verso quelli che diventeranno per certo i nuovi standard di lavoro e comunicazione. Già oggi il 65% delle aziende americane crede che questa strada sia assolutamente necessaria per il loro successo futuro.

A fronte di una spesa di circa 5-15 Dollari mese per utente (mediamente 100€ anno / utente, ovviamente decrescente per numero di utenze)  potete iniziare una adozione anche su scala ridotta (ambiente "pilota") e gestire proattivamente il ritmo di introduzione anziché affannarvi in una rincorsa negli anni a venire.

Se volete guadagnare in produttività e benefici tra le diverse line di business, e soprattutto aggiudicarvi un vantaggio competitivo, l'opportunità e' qui ed il tempo e' questo. Forrester stima che la crescita media annua di settore da qui al 2016 sia del 61%.

Da ultimo non dimenticatevi  comunque che si tratta di "strumenti" e come tali da soli non portano ad alcun risultato se non vengono correttamente gestite le modalità organizzative e comportamentali così come il donaticoinvolgimento di chi li andrà ad utilizzare.

Diventa quindi necessario prevedere (anche a budget !) un supporto nella fase di analisi e di introduzione, con uno sforzo "collettivo" e non solo del reparto coinvolto.

Giuseppe Donati
donati.d3@gmail.com"

Leggere anche
-  "Social Business: é il momento del Business"
"Social Business: la logica evoluzione del Social Marketing e del Social CRM"
"L'economia sociale secondo McKynsey"

24 Settembre 2012

 

Ultimo aggiornamento Domenica 19 Maggio 2013 11:14

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna